LEMARE' 1675 LAMINATO loggi-calzature NERO/LAPIN NERO loggi-calzature LAMINATO Estate 5f5f41

LEMARE' 1675 LAMINATO loggi-calzature NERO/LAPIN NERO loggi-calzature LAMINATO  Estate 5f5f41LEMARE' 1675 LAMINATO loggi-calzature NERO/LAPIN NERO loggi-calzature LAMINATO  Estate 5f5f41LEMARE' 1675 LAMINATO loggi-calzature NERO/LAPIN NERO loggi-calzature LAMINATO  Estate 5f5f41LEMARE' 1675 LAMINATO loggi-calzature NERO/LAPIN NERO loggi-calzature LAMINATO  Estate 5f5f41LEMARE' 1675 LAMINATO loggi-calzature NERO/LAPIN NERO loggi-calzature LAMINATO  Estate 5f5f41
Menu
Home
Logo
ENG
SPA
Cerca
Interris.it
Aggiornato: 10:36
MERCOLEDÌ 07 NOVEMBRE 2018, 20:52, IN TERRIS


CHAMPIONS LEAGUE

LEMARE' 1675 LAMINATO loggi-calzature NERO/LAPIN NERO loggi-calzature LAMINATO Estate 5f5f41

MASSIMO CICCOGNANI
Cska-Roma 1-2. I giallorossi esultano dopo la rete del secondo vantaggio - Foto © Facebook
Cska-Roma 1-2. I giallorossi esultano dopo la rete del secondo vantaggio - Foto © Facebook
D

oveva e voleva vincere, e ha vinto. La Roma sbanca Mosca, mette il bavaglio al Cska e vede gli ottavi di finale di Champions. Decidono i gol di Manolas e Lorenzo Pellegrini per una vittoria meritata che avrebbe potuto prendere misure più consistenti se i giallorossi non avessero sprecato molto. Troppo. Ma contava vincere per mettere al sicuro la qualificazione e la Roma lo ha fatto giocando una partita di grandissimo temperamento. Goncherenko e Di Francesco confermano gli schieramenti della vigilia. Nel Cska torna dopo la squalifica il portiere Akinfeev che gioca la partita numero 560 con la maglia della squadra moscovita. Davanti Chalov, temutissimo, con Vlasic e Sigurdsson a supporto. Un Mosca che ci crede. Ma ci crede anche la Roma con Di Francesco che presenta Florenzi accanto a Pellegrini e Kluivert nel tridente alle spalle di Dzeko. Dietro confermato Santon sulla corsia di sinistra.


Dettagli prodotto

Stagioni:
Estate
Colore:
Neri
Tipo di tacco:
Tronchetto

LEMARE' 1675 LAMINATO NERO/LAPIN NERO
Lemarè è un brand Italiano, ideato e ispirato a Le Marais, quartiere parigino da cui prende il nome e che, ironicamente italianizzato, si trasforma appunto in Lemarè: le scarpe Lemarè sono infatti un interessante mix del sofisticato stile francese e della lavorazione Made in Italy. Lo stile del marchio italiano rispecchia esattamente il mood frizzante e allegro di Le Marais, il quartiere artistico di Parigi, ma la realizzazione dei prodotti è interamente eseguita in Italia, nelle Marche, regione dell'eccellenza nel settore calzaturiero. La perfezione dei prodotti Lemarè è frutto della lavorazione artigianale, della ricerca di materiali pregiati, della cura dei dettagli che rendono ogni prodotto unico e che sono le ragioni per cui questo brand giovane e dinamico è già sinonimo di altissima qualità. I morbidissimi pellami scelti da Lemarè e i tacchi grossi rendono i sandali e i tronchetti Lemarè adatti ad una donna che desidera un look femminile, senza rinunciare al comfort.

Appena quattro minuti e la partita prende la piega che Di Fancesco sperava. Angolo di Pellegrini, l'uscita di Akinfeev non è delle migliori, e così a centro area ne approfitta Manolas che di testa la mette dentro: 1-0 Roma. Il Cska non ci sta e comincia a spingere, ordinata la Roma, anche se i russi perdono a stretto giro Mario Fernandes travolto fortuitamente da Kolarov. Al suo posto Shchennikov. Dietro Fazio arrota i bulloni per tenere Chalov, ma non molla mai la presa, Vlasic è una furia sulla sua fascia e a tratti manda in affanno Kolarov. In mezzo la Roma tiene botta, Nzonzi fa valere la sua stazza e la sua qualità, Cristante gioca pulito e ordinato e stessa cosa dicasi di Pellegrini. Kluivert davanti è il migliore, palla al piede manda ai pazzi il suo angelo custode, meno brillante Florenzi che pure ha sui piedi a porta vuota la palla del 2-0, ma se la divora clamorosamente calciando debole. Dzeko è quello che si conosce, recupera palloni, lotta, vuole incidere ma anche stasera cicca il tap in da posizione invidiabilissima, calciando alto una piunizione di Kolarov. Il Cska attacca a testa bassa dopo lo svantaggio. Lo sorreggono Vlasic, Sigurdsson e Bijo. Manolas stoppa Oblyakov sul più bello poi ci pensa Olsen, anche stasera importante. Il Cska si spegne col passare dei minuti e la Roma fa quello che deve, controllare e ripartire in controgioco. Le occasioni  le ha avute, quelle di Florenzi e Dzeko, ma non ha graffiato.


Dzeko sbaglia ancora in avvio di ripresa, troppo lento sull'invito di Kluivert e si fa riprendere da Rodrigo. E sul rovesciamento di fronte la Roma prende il pari. Progressione pazzesca di Akhmetov che serve il solito Sigurdsson che gioca d'anticipo su Santon e solo davanti a Olsen lo infila senza che il portiere giallorosso possa farci nulla: 1-1 e tutto da rifare, con il Luzhniki che diventa una bolgia e soffia alle spalle del Cska. Ma la Roma non ha intenzione di mollare e vuole riprendersi la partita. Dzeko che fa da sponda per Kluivert lanciato a rete e steso prima di poter far male. E Magnusson si prende giustamente il rosso. Cska in dieci con mezz'ora da ghiocare. Pressano alto i giallorossi per togliere il respito ai moscoviti e non far ripartire l'azione da dietro. E' una Roma caratterialmente determinata che non sta a guardare, l'azione riparte per vie centrali, giallorossi sempre primi negli anticipi. Cristante ci prova da fuori, destro svirgolato che arriva sui piedi di Lorenzo Pellegrini che riesce a girarsi e freddare Akinfeev. E  Roma di nuovo avanti. E come nel primo tempo, l'occasione del ko che capita ancora sui piedi di Dzeko che perde un tempo di gioco e quando calcia lo fa debolmente tra le braccia del portiere russo. Ma che occasione Roma. Ci riprova ancora Manolas su palla inattiva, palla fuori di un nulla, ma che bella Roma, propositiva e concreta.


Peccato i troppi errori, altrimenti partita già chiusa. Under rileva Kluivert con Florenzi che si sposta a sinistra. Nzonzi in mezzo è un muro che non cade e non c'è palla che non passi dai suoi piedi. Ultimi quindici minuti col Cska che vuole provarci ancora, Olsen c'è e chiude bene sulla percussione di Oblyakov. C'è da soffrire perché il Mosca si gioca tutto e non molla nonostante l'uomo in meno. Dentro Zaniolo, fuori Lorenzo Pellegrini che ha speso molto, ma ormai alla fine ne mancano appena otto. Di Francesco si copre, dentro Juan Jesus, fuori Florenzi con la Roma che in controgioco ha ancora un'altra occasione che puntualmente spreca, Under è murato al momento del tiro poi palla a Dzeko che non graffia. Non è serata per il bosniaco. Quattro di recupero e assalto all'arma bianca, con la forza della sola disperazione per i russi che peerò non fanno male. Vince la Roma. E ipoteca gli ottavi.

Dal Luzhniki di Mosca

Senso Mules 'Marley' - Black farfetch neriNike EXP-X14 Future Fast Racer - sneakers - donna sportler grigio Sportivo,GIANFRANCO LATTANZI CALZATURE yoox grigio Pelle,CONVERSE ARGENTO-BLU NASSAU loggi-calzature blu-marino Primavera,Gant GANTMandy - Stivali di Gomma Donna neri Inverno,IKAROS CALZATURE yoox grigio Pelle,ALBERTO FASCIANI CALZATURE yoox grigio TronchettiPALOMITAS BY PALOMA BARCELO Campeggine donna blu quellogiusto beige,Sneakers ASICS - TIGER Gel escarpe grigio SinteticoTed Baker Kulei blu-marino,RUCO LINE CALZATURE yoox neri Pelle,Primadonna 089312881Lm neri,Miss SelfridgeFeather - Strap Alla Caviglia Donna beige,Scarpe da donna Converse All Star Chuck Taylor M7650 sneakerstudio-it neri PrimaveraANCARANI CALZATURE yoox bordeaux Pelle,GIANNI MARRA Tronchetti donna beige quellogiusto grigio Pelle,LEMARé CALZATURE yoox grigio Pelle,PRETTY BALLERINAS CALZATURE yoox marroni,PRIMADONNA CALZATURE yoox neri Fibbia,Stivali CAPRICE - 9-25507 escarpe bordeaux InvernoScarpe adidas escarpe grigio Sintetico,Brooks Aduro 6 W Black Fuxia nonsolosport neri Da corsa,Superga 2790-Suew neri PelleBRUNO PREMI CALZATURE yoox bordeaux Pelle,ADIDAS ORIGINALS CALZATURE yoox neri Classico,Sneaker Zeppa Furrley Logo guess marroni Cotone,Hummel SLIM STADIL STRADA HG 63-443 bordeaux,Docksteps Samara DSE103682 neri,Asics Gel-Fujitrabuco 6 grigio Da corsaSneakers Diadora Heritage Donna (20117139401C3921) b-exit beige Glamour

Nell'altra partita del girone della Roma, vittoria netta del Real Madrid che si è imposto a Plzen battendo per 5-0 il Viktoria. Roma e Real guidano la classifica con 9 punti, Cska che rimane a quota 4. Beffa invece per la Juventus cui non basta Cristiano Ronaldo per avere ragione allo Stadium del Manchester United. Decidono i gol di Mata e autorete di Akex Sandro, con Jose Mourinho a fine gara mostra l'orecchio ai tifosi bianconeri. In classifica Juve punti 9, United 7, Valencia 5, Young Boys 1.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Jeff Sessions
USA
L'attorney general presenta le dimissioni su richiesta del presidente. Al suo posto Matthew Whitaker
Donald Trump
USA
Il presidente ha rivendicato il risultato alle elezioni di midterm e chiesto ai dem di lavorare insieme
MARSIGLIA
Ancora nessuna notizia ufficiale sulla sorte della tarantina Simona Carpignano
AREZZO
Sarebbero stati individuati quattro degli otto presunti aggressori
Giuseppe Conte
QUESTION TIME
Il premier convocherà un Cdm per domani. E sul dissesto idrogeologico: "In arrivo 900 milioni per il triennio"